Home » News e Sviluppo » La storia delle vecchie genetiche di cannabis

La storia delle vecchie genetiche di cannabis

0

Old Cannabis Genetics

 

Le vecchie genetiche di cannabis hanno plasmato le moderne varietà di cannabis

 

La genetica è ciò che rende una varietà di cannabis completamente diversa una dall’altra. La genetica della cannabis influenza il contenuto di THC (e di altri cannabinoidi), il profilo terpenico, il gusto, l'aspetto, la resa e molte altre proprietà importanti. Una delle proprietà chiave è la qualità dell’ “high”. Questa non è semplicemente una misura del contenuto di THC, è influenzata dalla presenza di altri cannabinoidi e influenzata dai terpeni. La genetica della cannabis non è mai stata così diversa come oggi, ma qual è la storia delle vecchie genetiche di cannabis e in che modo hanno influenzato le varietà di cannabis di oggi?

 

Vecchie genetiche di cannabis. Amsterdam alla fine degli anni '60 e all'inizio degli anni '70

 

Prima dell'arrivo della nostra gamma moderna, sofisticata e diversificata di varietà di cannabis, la vita era molto diversa per gli amanti di cannabis. Negli anni '60 e '70 il mercato della cannabis era embrionale rispetto al ricco assortimento di semi di cannabis moderni. Oggi abbiamo semi di cannabis autofiorenti e a fotoperiodici. Abbiamo anche semi di cannabis femminizzati ricchi di CBD. Presto potrebbero esserci varietà ricche di altri cannabinoidi come THCV, CBDV e altri. Ma agli inizi degli anni '60 l'immagine era molto diversa.

Henk Van Dalen was talking to a politician about legalization

Henk Van Dalen parla con i politici sulla legalizzazione della cannabis

Cannabis all'inizio dell'Europa

Amsterdam era stata un centro europeo per la cannabis sin da quando i primi mercanti cominciarono a riportarla da destinazioni tropicali esotiche. Amsterdam è stata un porto importante per secoli e la cannabis sarebbe stata molto condivisa e scambiata tra i marinai. Le autorità olandesi erano consapevoli e disapprovavano la cannabis. La cannabis è stata bandita nell'Indonesia olandese nel 1927 ed è stata messa al bando anche nel Suriname olandese nello stesso periodo. Nel 1953 la cannabis fu criminalizzata in Olanda ed è stata in giro per l'Europa per molto tempo, ma per ironia della sorte ha solo iniziato a diffondersi nell'uso popolare dopo il proibizionismo globale nella seconda metà del 1900. Negli anni '60 e '70, il movimento hippy e la liberalizzazione della società segnarono il vero inizio dell'uso diffuso della cannabis nell'Europa moderna. Oggi, nonostante diversi decenni di proibizioni fatiscenti, l'uso di cannabis non è mai stato così diffuso.

 

Le prime genetiche di cannabis europee

 

Amsterdam fu uno dei primi centri di uso della cannabis grazie alle numerose navi che passarono attraverso questa vecchia città portuale europea. Amsterdam mantenne la sua posizione al centro del mondo europeo della cannabis per tutta la metà fino alla fine del 1900. Oggi Barcellona è anche una buona sfidante per il titolo della capitale europea della cannabis. Sebbene illegale, il possesso di quantità personali di cannabis è stato tollerato attraverso il famoso sistema di coffee shop di Amsterdam. Le navi che entravano nel porto di Amsterdam continuarono a introdurre la maggior parte della cannabis che riforniva i primi utenti e gli eventuali coffee shops. Queste navi provenivano da tutti gli angoli del mondo, spesso con la cannabis nascosta a bordo. Le genetiche di cannabis arrivavano maggiormente dall'Africa (il Nigeria era una fonte comune), le Filippine, l'India, la Tailandia, l'America Centrale e del Sud e occasionalmente il Nord America. L’ Hash veniva spesso importato dal Nord Africa e da aree come l'Afghanistan, il Nepal e il Medio Oriente. Queste spedizioni di cannabis spesso avevano cime che contenevano al suo interno semi. Per i primi breeders olandesi di cannabis negli anni '60 e '70 questo era un periodo meraviglioso. I semi di cannabis provenienti da ogni angolo della terra venivano comodamente consegnati direttamente ad Amsterdam. I pionieri di alcune delle prime compagnie di semi, tra cui Dutch Passion, hanno usato queste genetiche per i loro primi esperimenti di riproduzione della cannabis.

Cannabis Plants in Amsterdam

 

Antiche genetiche di cannabis nordamericana

 

Non si sa esattamente come la cannabis sia arrivata per la prima volta in Nord America e questo soggetto è fortemente discusso. Alcuni pensano che sia arrivato attraverso il Sud America, forse dal Brasile o dal Cile. Altri pensano che fosse una specie nativa. La canapa è stata certamente coltivata estensivamente con l'espansione della popolazione. Alcuni credono che la cannabis sia arrivata negli Stati Uniti dal Messico. Ma comunque arrivò la cannabis, divenne rapidamente molto popolare. Proprio come in Olanda, sono state fatte leggi per reprimere l'interesse e impedire il godimento della cannabis. Negli anni '50 e '60 le culture della Beat generation e Hippy hanno iniziato a utilizzare e diffondere il divertimento ricreativo della cannabis. La costa occidentale, con un clima favorevole alla cannabis, divenne uno dei principali centri di coltivazione.

Cannabis Plants

 

Skunk # 1 e primi breeding di cannabis negli Stati Uniti

 

La Skunk # 1 originale era una delle prime varietà "moderne" iconiche. Si pensa che sia stata coltivata per la prima volta da Sacred Seed Company, un gruppo di coltivatori di cannabis con sede in California, negli Stati Uniti. Includevano David Watson, meglio conosciuto come Sam The Skunkman, uno dei primi pionieri nel breeding. Si pensa che la genetica usata nella Skunk includa Afghani, Acapulco Gold e Colombian Gold. La Skunk era usata come una delle basi genetiche per molte delle moderne varietà di cannabis. Ha la reputazione di essere facile da coltivare in qualsiasi condizione di crescita con raccolti potenti e abbondanti. Il Super Sativa Seed Club è stata una delle prime compagnie olandesi di semi e ha usato i loro legami con Sam the Skunkman e Neville Schoenmaker per trovare e lavorare le loro prime varietà. Skunk # 1 e Haze erano due delle varietà chiave utilizzate. Karel, il fondatore del Super Sativa Seed Club, ha utilizzato i semi di Neville per avviare il Super Sativa Seed Club negli anni '80. Oggi il Super Sativa Seed Club è una collaborazione congiunta con Dutch Passion. I semi sono ancora prodotti dalla stessa squadra di breeders del Super Sativa Club originali.

 Skunk

 

Haze. Genetica pura sativa con tempi di fioritura più lunghi

 

Un'altra importante varietà precoce di cannabis dei primi anni di breeding è la Haze. Si pensa che questo sia il risultato di varietà Sativa selezionate e ibridate a Santa Cruz, in California negli anni '60 e '70. I caldi autunni californiani si sono dimostrati ideali per le varietà sative a fioritura più lunga. L’ high di una buona Haze è altamente psicoattivo con un euforico "slancio". È un'altra delle prime linee genetiche della cannabis e molti breeders hanno sperimentato varietà sativa provenienti da paesi come la Tailandia, la Colombia, l'India e l'Asia. La Haze può richiedere più tempo per maturare rispetto a molte altre varietà, ma la qualità è eccellente. Gran parte della selezione di Haze si è concentrato sul tentativo di mantenere la qualità di Haze ma ridurre i lunghi tempi di fioritura che possono arrivare a 16 settimane in alcune selezioni di Haze.

 

Northern Lights

 

Una delle più famose varietà di cannabis antiche, la Northern Lights, è una varietà indica che si pensa discenda da semi locali afgani e tailandesi. Le origini sono incerte, poiché molti ritengono che i breeders dello Stato di Washington (USA) e i breeders olandesi abbiano svolto un ruolo importante nello sviluppo di questa genetica. Esistono diverse versioni di Northern Lights e lei è un'altra varietà di cannabis che ha trovato la sua strada in molti ibridi e incroci moderni.

 

Blueberry

 

 Questa è un'altra vecchia varietà di cannabis, con radici risalenti agli anni '70 e o sviluppo di essa da parte di DJ Short. La Dutch Passion è stata coinvolta nel portare questa varietà in Europa. È una varietà a predominanza indica con qualche genetica sativa Thai. Il gusto fruttato di frutti di bosco si combina con un forte contenuto di THC. La Blueberry rimane una varietà popolare oggi e ancora una volta è stata usata in innumerevoli incroci moderni.

 

Blueberry

 

Vecchie genetiche di cannabis e cannabis moderna

        

Le vecchie genetiche di cannabis trasmettono un grande senso di nostalgia. Le vecchie genetiche erano il fondamento di molte delle moderne varietà di cannabis e sono giustamente prese in grande considerazione. I moderni breeders hanno preso le vecchie genetiche di cannabis e le hanno usate per creare alcune nuove varietà eccellenti. Il lavoro futuro comporterà un ulteriore perfezionamento delle proprietà della cannabis, in particolare per il mercato medico. Ciò comporterà una selezione selettiva per produrre varietà ricche di alcuni dei cannabinoidi "minori". Mentre la cannabis medicale continua a crescere in un'industria multimiliardaria, il ruolo delle genetiche di cannabis diventerà più importante che mai.

 

January 25th 2019

Categories:

Commenti recenti (3)

On 11 -02-2019 at 16:30 u Art Freemantle wrote:
Great article, very informative, thanks.
 

On 28 -02-2019 at 11:04 u Pauline Dutch Passion wrote:
Thank you for your message, we are very happy you liked it !
 

On 28 -03-2019 at 11:08 u Enzo wrote:
Super article, retranscrivant synthétiquement l'arrivée du cannabis et la création de ces variétés légendaires! Longue vie à Dutch Passion et au Super Sativa Seed Club!
 




Leave a comment

Nome
Email
Your comment
Type the characters you see in the picture below
I would like to receive the newsletter
Contattaci   |   Disclaimer   |   Privacy policy, terms and conditions

Dutch Passion consiglia ai propri clienti di prendere visione delle disposizioni normative vigenti nel proprio paese prima di procedere alla germinazione. Dutch Passion non risponde delle azioni dei trasgressori di leggi e regolamenti vigenti nella propria giurisdizione. Nei territori ove la coltivazione di cannabis non sia legalmente consentita i semi venduti dovranno essere conservati come souvenir da collezione.
Trustpilot